,

Un genitore

Quando diventi genitore non è da tutti pensare che quel bambino che hai tra le braccia è la tua ragione di vita.

Dalla gioia che stai provando, non ti rendi conto di quello che potresti passare, notti insonni, corse continue, ansie, ma non ti importa perché lui o lei è lì, vedi che sta bene e ti riempie il cuore di gioia e sai già che per quel piccolo essere farai e darai tutto ciò che tu stessa/o potrai dare.

Non pensi alle spese che un domani dovrai affrontare, ma pensi solo a farlo crescere forte e sereno. Come non pensi neanche alla stanchezza che si sta accumulando in te perché la risposta è una “se ha bisogno di me, io ci sarò in qualsiasi momento”

Ecco, ciò che provo per i miei figli, sacrifici, corse, ansie, preoccupazioni e la loro felicità.

Una malattia non mi ferma, soni esausta, ma continuo a correre. Vorrei fermarmi, ma non posso.

Il rapporto tra sincerità, rispetto e disponibilità è essenziale, così vorrei che crescessero ed è così che sto provando ad insegnarlo.

Nulla in cambio, nulla d’obbligo, ciò che si fa deve essere fatto dal cuore senza secondi fini.

Ed è così che ho capito l’amore per i miei figli e anche se diverso, un pó di amore e disponibilità ne hanno bisogno tutti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un’icona per effettuare l’accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s…


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: